A Bagheria la testimonianza dei genitori di Chiara Badano - Parrocchia Santo Sepolcro Bagheria

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

A Bagheria la testimonianza dei genitori di Chiara Badano

Eventi

l volto radioso di Chiara, illuminato dall’abituale sorriso, non è effetto d’ingenua superficialità, di immatura esperienza di vita. Ha una ben diversa spiegazione. Fin dall’adolescenza ha sperimentato l’amarezza di situazioni ed eventi contrari ai propri desideri, di fatti che si opponevano ai suoi progetti, tra cui l’aspirazione di votarsi generosamente al volontariato.
La storia di Chiara Luce Badano è stata resa dai genitori Maria Teresa Caviglia e Ruggero Badano, nella chiesa del Santo Sepolcro dove sono convenuti centinaia di fedeli devoti.
I genitori della beata hanno raccontato la vita della figlia con la gioia nel cuore, affermando che Chiara è stata il dono di Dio che ha benedetto il loro matrimonio. È stata una incredibile testimonianza di pace, serenità e gioia che ha riempito i cuori dei partecipanti, tra i quali numerosi giovani che hanno preso parte all’incontro organizzato dal parroco don Filippo Custode.
Chiara Badano incontrò il movimento dei Focolari ad un raduno del 1980 e partecipò con i genitori al Familyfest del 1981 a Roma. Si legò ai gruppi delle giovanissime di Albisola e di Genova e divenne una “Gen 3”, la terza generazione del movimento dei Focolari, occupandosi dei bambini e degli anziani. Morì dopo una grave malattia, la mattina del 7 ottobre 1990, dopo una notte particolarmente sofferta; prima di spirare aveva chiesto a sua madre di farle indossare un abito bianco, per andare incontro al suo “sposo Gesù”. Donate le cornee, l'unico organo non danneggiato dalla malattia e dalla chemioterapia, la salma venne deposta nella Cappella di Famiglia nel Cimitero di Sassello. Fu proclamata beata da Benedetto XVI il 25 settembre 2010. La memoria liturgica viene celebrata il 29 ottobre.

Ufficiostampa@diocesipalermo.it


 
Torna ai contenuti | Torna al menu